martedì 15 gennaio 2019

GOCCE DI ROSA - TRATTAMENTO INTENSIVO PER DOPPIE PUNTE

GOCCE DI ROSA
In inverno e in estate i nostri capelli rivelano i loro peggiori difetti, tra cui le famigerate doppie punte.
Le temperature estreme purtroppo contribuiscono a sfibrare ulteriormente la struttura del capello se questo non è ben curato, nutrito e idratato durante l'anno. Indubbiamente un taglio ad ogni stagione non sarebbe sfavorevole, ma ci sono tantissime donne che si rifiutano di tagliare anche un solo centimetro della loro chioma senza rendersi conto che in realtà non fanno altro che danneggiare la salute dei propri capelli. Fortunatamente la Natura ci offre tantissime soluzioni per prevenire e curare l'aspetto della nostra capigliatura.
Nonostante i miei anni non ho mai sofferto di doppie punte, ma negli ultimi tempi, a causa di terapie farmacologiche e stress vari,  sentivo che i miei capelli stavano perdendo vitalità e, giorno per giorno, stavano perdendo consistenza diventando sempre più radi oltre che sottili e sfibrati. Son ricorsa immediatamente ad un taglio piuttosto evidente, ma oltre a questo ho voluto anche preparare un prodotto che potesse eventualmente prevenire le antiestetiche doppie punte e permettere una facile messa in piega.
La preparazione di questo spray richiede veramente pochi minuti, ma è costituito da preziosissimi ingredienti atti a preservare i miei capelli da ulteriore disidratazione.
Vediamo come si prepara.

GOCCE DI ROSA

  • 30 g di Gel di sodio Ialuronato
  • 25 g di Idrolato di Rosa damascena
  • 25 g di Tintura alcolica di resina di Pino Cembro
  • 5 g di glicerina di Rosa damascena
  •  5 d di olio di Argan
  •  5 g di olio di Ricino
  •  2 g di gomma Arabica
  •  2 g di Percolato di Quinoa
  •  1 g di sodio Alginato
  •  Acido lattico oppure acido citrico q.b. per pH 4,5/5
  • 10 gtt di oe di Rosa damascena
  • Colorante liquido q.b. (facoltativo) 
Nell'Idrolato di Rosa ho lasciato idratare per qualche minuto il sodio Alginato e la gomma Arabica che poi ho frullato per eliminare qualsiasi traccia di grumi. Ottenuto il gel ho unito anche quello di sodio Ialuronato e la glicerina di Rose ed ho continuato a frullare per amalgamare il tutto. A questo punto ho aggiunto a filo la Tintura alcolica di resina di Pino cembro e il percolato di Quinoa sempre continuando ad emulsionare con frullatore ad immersione. Pian piano ho unito gli oli vegetali e l'olio essenziale. Ho abbassato leggermente il pH con qualche goccia di soluzione di acido citrico per portarlo a 4,5/5. Ho frullato per l'ultima volta aggiungendo un paio di gocce di colorante rosso ed ho inserito il tutto in un piccolo flacone spray. Non necessita di conservanti in quanto vi è un'alta percentuale di alcool che, sebbene venga considerato "essiccante", in questo caso è arricchito da oli e gelificanti che proteggono il capello proprio dalla eccessiva secchezza.

GOCCE DI ROSA
Sto usando questo prodotto sin dai primi di dicembre scorso e con mia grande sorpresa sto notando che i miei capelli, specialmente sulle punte, stanno prendendo corpo oltre che risultano essere più domabili durante la messa in piega. La presenza della resina di Pino Cembro rende lo spray una lacca naturale, ma non appiccicosa, che favorisce la "chiusura" delle squame di cheratina donando lucentezza, vigore e corposità ai miei capelli ultra sottili e secchi. Ne spruzzo tutti i giorni un po' sui capelli asciutti e lo  distribuisco poi con le mani sulle estremità prima di passare a pettinarli normalmente. Si asciuga immediatamente, non appesantisce, non unge e, soprattutto non lascia polveri biancastre sulla chioma dopo l'uso. Insomma che dire...sono soddisfatta dei risultati ottenuti in poco più di un mese 😃.
Se provate a riprodurlo fatemi sapere come vi siete trovati ed eventualmente commentate.
Vi auguro buona lettura dandovi appuntamento alla prossima volta.

Lalla



venerdì 23 novembre 2018

FILLER E SIERO EFFETTO LIFTING SEMPLICE E VELOCE

Filler e Siero effetto lifting

Dite la verità...quante volte vi è capitato di essere invitate all'ultimo momento ad una cena o ad un aperitivo con le amiche? In questo periodo pre natalizio più che mai! Ma talvolta ci sentiamo fuori tono e, sol perché non abbiamo il tempo di darci una bella sistemata, siamo disposte a rinunciare ad una serata in allegria. Sarebbe un peccato no?
E allora come possiamo renderci  curate e presentabili in pochi minuti?
Innanzi tutto se non abbiamo il tempo di farci uno shampoo per rimettere in piega in nostri capelli cerchiamo di dare loro una bella spazzolata ed acconciarli nel migliore dei modi, magari legandoli e lasciando cadere qualche ciocca qua e là. Poi passiamo al viso. Strucchiamoci e laviamoci per benino. A questo punto ci serve un prodotto che sia in grado di dare tono e luminosità alla nostra pelle in pochissimi minuti e, cosa c'è di meglio di un Filler o Siero dall'effetto lifting?
Sono anni che uso questi due prodotti, nati appunto dalla necessità di nascondere la stanchezza quotidiana e quelle micro rughe di espressione dovute ad una giornata piuttosto stressante.
Il Filler ed il Siero effetto lifting sono semplicissimi da realizzare ed anche velocissimi nell'esecuzione, nonché economici in quanto abbiamo bisogno veramente di pochi ingredienti di facile reperibilità.
Per i miei prodotti ho utilizzato soprattutto il Fiordaliso ed i suoi estratti, ma nulla toglie che voi possiate usare ciò che più ritenete necessario per le vostre esigenze. Ora vi descriverò come ho realizzato il Filler ed il Siero.

FILLER E SIERO EFFETTO LIFTING

  • 80,6 g di Idrolato di Fiordaliso (sostituibile con semplice acqua demineralizzata o altro idrolato)
  • 0,8 g di Sodio Alginato (reperibile presso qualsiasi farmacia)
  • 3 g di Gomma Arabica (Gomma di Acacia reperibile presso qualsiasi negozio di prodotti biologici)
  • 10 g di Gel di Sodio Jaluronato sostituibile con 10 g di Gel di semi di Psillio (i semi di Psillio sono reperibili presso qualsiasi farmacia, erboristeria o negozi di prodotti biologici) o Gel di Aloe Vera
  • 3 g di Glicerina di Fiordaliso (pianta macerata in glicerina pura per svariati mesi)
  • 2 g di Gel di Consolida Maggiore sostituibile con Gel di pale di Fico d'India o altra Glicerina di Fiordaliso
  • 2 cucchiaini di oleolito di Fiordaliso in olio di Ricino
  • 0,6 g di Cosgard o altro conservante
Pesate l'Idrolato e dividetelo a metà inserendolo in due bicchieri differenti. In uno fate idratare il Sodio Alginato; nell'altro unite tutti gli altri ingredienti tranne i cucchiaini di Oleolito e fatevi idratare la Gomma Arabica.
Dopo alcuni minuti mescolate con una bacchetta di legno (o vetro) il contenuto dei vostri bicchieri. Vedrete che si formeranno dei piccoli grumi, ma non preoccupatevi perché ora passerete ad utilizzare il frullatore ad immersione. Frullate sino ad ottenere dei gel corposi e lisci, privi di qualsiasi grumo. Unite ora il contenuto dei due bicchieri e date un'ultima frullata. Ottenuto un gel trasparente e consistente ora potete nuovamente dividere in due porzioni:
- La prima è già pronta per essere confezionata in apposito flacone

Filler effetto lifting


Avete ottenuto in questo modo il Filler da applicare su viso pulito e ben deterso, picchiettandolo in particolar modo sulle zone del contorno occhi e labbra. Si asciuga in pochissimi secondi ed avrete immediatamente la pelle distesa e "tirata" tanto da nascondere quelle piccole rughe di espressione. Subito dopo potete applicare la vostra crema preferita e procedere con il trucco.

- La seconda porzione che avete nell'altro bicchiere potete ora addizionarla con i due cucchiaini di Oleolito. Frullate per omogeneizzare il tutto sino ad ottenere una emulsione bianca dalla consistenza di una panna cotta e a questo punto trasferite in un dispenser.

Siero effetto lifting


Anche il Siero si utilizza allo stesso modo del Filler, ma grazie al suo piccolo contenuto di Olio/Oleolito vi evita di utilizzare una crema prima del trucco. Gli effetti sono identici e cioè la pelle si rivela da subito ben distesa e "tirata".
Come avrete notato l'esecuzione dei due prodotti è di una semplicità spaventosa, ma ciò che più vi sorprenderà sarà proprio l'effetto lifting che donerà alla vostra pelle. Indubbiamente si sta parlando di effetti momentanei e non duraturi nel tempo, cioè non sono prodotti miracolosi che nel tempo faranno scomparire le vostre piccole rughe, ma certamente vi permetteranno di trascorrere una intera giornata, o una serata, con una pelle distesa e luminosa come se foste appena uscite dal salone di una brava estetista.

Filler e Siero effetto lifting

Da ora in avanti potrete accettare qualsiasi invito dell'ultimo momento perché avrete a disposizione il vostro magico prodotto che vi consentirà in pochissimi minuti di apparire belle, luminose e fresche come se vi foste riposate in un bel centro SPA.
Fatemi sapere se lo avete realizzato e soprattutto gli effetti che vi ha "donato". 
Attendo i vostri commenti.
Buon Weekend a tutti

Lalla






lunedì 29 ottobre 2018

SAPONE CREMINO

Sapone Cremino
Trovo che l'autunno sia per me il periodo migliore per produrre i saponi solidi, in quanto l'uso dei riscaldamenti mi permette di asciugarli e stagionarli per bene grazie all'aria secca che c'è in casa.
Dopo aver finito tutte le mie scorte, eccomi nuovamente con qualche nuova creazione.

SAPONE CREMINO sconto 6%
  • 400 g di Olio di Sansa
  • 150 g di Olio di Cocco
  • 150 g di Strutto
  • 100 g di Olio di Palma raffinato
  • 100 g di Olio di Girasole
  •   50 g di Burro di Karité
  •   50 g di Olio di Ricino
  • 330 g di Acqua demineralizzata
  • 107 g di Soda caustica (NaOH all'80%)
  •   42 g di Idrossido di Potassio tit. 90% (KOH al 20%)
  •   30 g di Sodio Citrato in polvere
  •  1/2 cucchiaino di Oleoresina di Benzoino
  • 30 ml di fragranza Dove di Gisella Manske
Munita di tutti i DPI (dispositivi di protezione individuale) ho preparato la soluzione caustica facendo sciogliere prima il sodio citrato nell'acqua e dopo vi ho aggiunto gli alcali. Ho mescolato per bene fino a far sciogliere le polveri, dopo di che ho aggiunto mezzo cucchiaino di oleoresina di Benzoino facendo diventare la soluzione caustica color ambra. I cristalli di benzoino son tornati a galla ed avrei potuto filtrare il tutto, ma non l'ho fatto perché amo vedere nel sapone quei minuscoli puntini ambrati. Fatto questo ho riposto la caraffa nell'acquaio affinché scendesse la temperatura.
Nel frattempo ho scaldato a bagnomaria solo i grassi saturi, ovvero: Cocco, Strutto, Palma e Karité.
In una caraffa a parte ho inserito i restanti oli. Appena i saturi si sono sciolti li ho uniti agli altri oli e vi ho anche aggiunto direttamente la fragranza mescolando per fare in modo che la sua frazione alcolica evaporasse.
Quando la soluzione caustica ha raggiunto una temperatura di circa 40°C l'ho versata subito nei grassi ed ho iniziato a mescolare dapprima con un cucchiaio e poi son passata ad emulsionare con il frullatore ad immersione. In pochissimi secondi si è formato il nastro e quindi ho colato il mio sapone in un classico contenitore di legno, doverosamente rivestito con carta forno.

In the mold


Ho chiuso il contenitore e l'ho riposto al calduccio in un armadio. Ho atteso due giorni prima di sformare e ritagliare il mio sapone perché la presenza del KOH lo rende piuttosto morbido...non molle, ma malleabile. La stagionatura sarà certamente più lunga del solito, ma vale la pena attendere perché questo sapone è davvero favoloso. Produce una schiuma ricca e cremosa e risulta essere molto delicato sulle mani tanto che non si sente quell'effetto di pelle che tira, anzi sembra quasi di aver utilizzato una crema. Il profumo tra la fragranza ed il Benzoino è celestiale...non so descrivervelo, ma vi posso garantire che è stupendo 🍧

Sapone Cremino
Se decidete di riprodurlo, fatemi sapere le vostre opinioni e lasciatemi un commento.
Vi auguro una buona lettura e...alla prossima😉

Lalla

Licenza CreativeCommons

Licenza Creative Commons
Questa opera di Lalla è concessa in licenza sotto la Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported.
Basata su un lavoro di impatiens-magicanatura.blogspot.com.
Permessi oltre lo scopo di questa licenza possono essere disponibili presso http://creativecommons.org/.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...