sabato 4 gennaio 2014

IL SAPONE "LAUREATO"

"E gli allori accesi sulle fiamme rituali
mandino un crepitio di buon augurio,
e con questo fausto presagio vi sarà un sacro
anno ricco e felice.
Quando il lauro offre buoni auspici, gioite, o coloni:
Cerere coprirà di spighe il colmo granaio."
(Tibullo, Carmina, II, 5, 81-84)
Il Sapone "Laureato"
Tutti i saponai prima o poi si dilettano nella creazione di un sapone che somigli vagamente al sapone d'Aleppo, ma ahimè, la ricetta di questo fantastico sapone è più segreta di quella della Coca Cola! Comunque, nonostante ciò, nessun saponaio che si rispetti si è arreso di fronte a questo piccolo ostacolo.
Per fare questo sapone ho utilizzato solo due oli: Olio Extravergine d'Oliva ed Olio di Cocco. Innanzi tutto ho preparato l'oleolito con un metodo piuttosto veloce , ma efficace!
OLEOLITO DI ALLORO
Ho raccolto circa 300 g di bacche fresche di alloro ed una bella manciata di foglie; le prime le ho contuse e le seconde le ho sminuzzate grossolanamente ed ho posto il tutto nel boccale del Bimby con un bel bicchiere di alcool puro!
Bacche, foglie di alloro ed alcool puro
Ho impostato il Bimby a 45 minuti, 50°C, velocità 2 con lame al contrario (il tasto che vi permette di non frullare il contenuto). Passati i 45 minuti l'alcool è evaporato del tutto e solo a questo punto ho aggiunto 1 kg di Olio Extravergine di Oliva! Ho reimpostato il mio elettrodomestico a 60 minuti per tre volte, 60°C, velocità 2 come prima. Terminata la digestione a caldo ho filtrato doverosamente l'olio ed ho atteso 24 ore per farlo decantare prima di travasare il tutto in una bottiglia scura.
Come se non bastasse già quest'oleolito, ho voluto macerare le foglie fresche anche nell'olio di Cocco!
OLIO DI COCCO ALL'ALLORO
Sempre servendomi del Bimby ho messo nel boccale circa 100 g di foglie fresche di alloro e le ho frullate per 15 secondi a velocità 10, dopo di che ho aggiunto 200 g di olio di Cocco ed ho impostato per 45 minuti, 37°C, velocità 4! Terminata la macerazione ho filtrato finchè l'olio era ancora tiepido, ricavando 181 g di olio di Cocco verdissimo e profumato. 

DECOTTO/INFUSO DI ALLORO
Nel frattempo, senza stare con le mani in mano, ho preparato un decotto di foglie fresche di alloro seguendo questa procedura: su una bella manciata di foglie sminuzzate ho versato due dita di alcool puro, sempre nel boccale del Bimby! Ho impostato a 15 minuti, 60°C, velocità 4. Al termine ho aggiunto circa 400 g di idrolato puro di alloro AP ed ho impostato a 30 minuti, 37°C, velocità 4.  Ovviamente ho filtrato ed ho atteso che fosse del tutto freddo prima di utilizzarlo.

Ora siamo pronti per preparare il sapone :-) Innanzi tutto "abbardiamoci" come al solito con mascherina, occhialini, guanti e grembiule e poi iniziamo ad effettuare la nostra magia :-)

IL SAPONE "LAUREATO"
  • 819 g di Oleolito di Alloro in EVO AP
  • 181 g di Olio di Cocco all'Alloro AP
  • 300 g di Decotto/infuso di Alloro
  • 15 g di Sodio citrato AP
  • 134 g di Soda caustica (sconto del 6%)
  • 20 ml di o.e. di Alloro AP
Il metodo che ho utilizzato è quello tutto a freddo perchè non volevo rovinare le proprietà dell'Oleolito. Ho versato i grassi nella mia solita pentola in acciaio inox ed ho aggiunto l'o.e. di Alloro;  nel frattempo ho preparato la soluzione caustica sciogliendo dapprima il Sodio citrato nel decotto e poi la soda caustica. Quando quest'ultima era ben sciolta, ho versato la soluzione nella pentola dei grassi rimescolando con un mestolo di legno; dopo circa due minuti son passata al minipimer e frullando ho atteso di arrivare ad un nastro cremoso il quale è arrivato dopo circa 5 minuti. Ho versato immediatamente negli stampi che ho ricoperto con carta forno e poi con un paio di plaid per tenerli al calduccio per almeno 36 ore. Quando ho sformato i saponi li ho personalizzati e li ho riposti immediatamente in una scatola di cartone ricoperti solo da tovaglioli di carta tipo scottex per farli stagionare per almeno 6 settimane.
Siccome son curiosa più delle scimmie, con gli scarti ritagliati dai saponi ho voluto lavarmi le mani immediatamente (lo so che non si deve fare, ma io l'ho fatto :-( ) e vi dirò che dove avevo delle ferite causate dagli aghi di Ginepro non ho più avvertito nè il prurito, nè tanto meno il dolore. Non so se è solo una coincidenza...fatto sta che avevo le mani conciate veramente male e subito dopo averle lavate con questi piccoli scarti, l'infiammazione è passata del tutto!
IL SAPONE "LAUREATO"






11 commenti:

  1. Buon Anno Lalla,
    che dire, molto bella anche questa tua ricetta!!...e mi sono già messa in testa di farla. Per prima cosa sono andata alla ricerca delle bacche di alloro, ma niente da fare...Si possono usare le bacche secche da "erboristeria"al posto di quelle fresche? Ed ancora, in agosto seguendo la ricetta dell'oleolito di alloro di Freya Kosmetik, ho fatto uno stupendo oleolito di alloro solo con le foglie, posso usare quello come oleolito?+ tutto il resto della tua ricetta. Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo cara che puoi usare anche le bacche secche....magari in questo caso lascia le tue bacche per una notte intera ricoperte con un solo filo di alcool e poi il giorno dopo procedi come da ricetta.
      Puoi anche usare l'oleolito già fatto con le foglie tranquillamente :-) L'unico consiglio che ti do è di assicurarti che non ci sia più traccia di alcool nell'olio altrimenti rischi di far ammassare il sapone :-)
      Spero di esserti stata utile :-)
      Un abbraccio
      Lalla

      Elimina
    2. Si Lalla mi sei molto utile come sempre, veramente molte grazie per la tua disponibilità.

      Elimina
    3. Figurati cara
      quando posso sono felice di farlo :-)

      Elimina
  2. ero alla ricerca del ammorbidente per lavatrice e sono incappata nel tuo blog...complimenti ..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta che nel mio piccolo posso essere di ispirazione :-) Grazie a te
      Lalla

      Elimina
  3. Questo sapone è una favola Lalla... cremoso e profumatissimo!!! grazie ancora!

    RispondiElimina
  4. Grazie a te cara che mi hai fatto da cavia ahahahaha Scherzo lo sai;-)
    Un bacione
    Lalla

    RispondiElimina
  5. io l `ho fatto ma nel tagliarlo si é frantumato

    RispondiElimina
  6. Ma dai, mi dispiace. Come mai si è frantumato? Forse era troppo asciutto e duro?

    RispondiElimina
  7. Ciao, io non posseggo il Bimby, quale procedimento seguire dunque? Grazie e complimenti per tutto!
    Gisella

    RispondiElimina

Lasciate un commento

Licenza CreativeCommons

Licenza Creative Commons
Questa opera di Lalla è concessa in licenza sotto la Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported.
Basata su un lavoro di impatiens-magicanatura.blogspot.com.
Permessi oltre lo scopo di questa licenza possono essere disponibili presso http://creativecommons.org/.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...