sabato 27 agosto 2011

Oleolito di Benzoino

Il Benzoino è una resina che si ottiene dall'omonimo albero Styrax Benzoin e che sin dall'antichità veniva utilizzata come incenso e come ingrediente di molti profumi dato il suo naturale aroma vanigliato.
Le proprietà di questa resina le abbiamo già descritte nella sezione Oli essenziali, comunque riepiloghiamo:
cicatrizzante, antisettico, energizzante, tonico, espettorante nonchè un ottimo conservante naturale di origine vegetale. E' indicato soprattutto nella cura della pelle, ferite, dermatiti, herpes, tosse, tracheite, tensione nervosa, stress, dolori reumatici.Come noterete quindi la sua applicazione è molto vasta!
Era da tempo che mi chiedevo se da questa resina si potesse ricavare un oleolito. Ebbene ricercando sui miei vecchi opuscoli di fitoterapia ho scoperto, con mia grande gioia che è possibile creare da sè il macerato oleoso di Benzoino.
Procuriamoci la resina, in vendita solo nelle erboristerie specializzate o nelle farmacie dove si preparano prodotti omeopatici. Una volta acquistata, tritiamola finemente con l'aiuto di un tritatutto elettrico o più semplicemente in un mortaio, poniamola in un recipiente di vetro e ricopriamola d'olio extravergine d'oliva. Chiudiamo ermeticamente il barattolo e poniamolo sotto al sole o comunque vicino ad una fonte di calore in quanto la resina si scioglie scaldandosi. Trascorso circa un mese, filtriamo il tutto, ottenendo così un olio di colore ambrato e molto denso, travasiamolo nella nostra bottiglietta scura, tappiamo, etichettiamo e riponiamolo in un luogo buio.
Aggiungendo il 10% di questo oleolito a qualsiasi pomata, unguento o altri oleoliti si da un conservante naturale.
Non è assolutamente irritante, ma come sempre dico, in soggetti sensibili e predisposti può provocare reazioni di sensibilizzazione cutanea.

35 commenti:

  1. La proporzione resina/olio quanta deve essere? E in ogni caso si ricaverebbe un oleolito molto meno concentrato dell'olio essenziale, vero?

    RispondiElimina
  2. Generalmente io utilizzo 50/100g di resina in 1/2 d'olio. Quando poi lo scaldo a bagnomaria, la resina sciogliendosi dà all'olio una consistenza abbastanza vischiosa, per cui anche se l'olio che si ottiene è meno concentrato rispetto a quello essenziale è pur sempre un oleoresina di ottime qualità! Oltretutto, non avendo il vostro Cosgard, io lo uso come eccezionale conservante dei miei cosmetici e ti posso garantire che quelli che ho fatto prima dell'estate (che oltretutto sto finendo) sono ancora intatti, profumati e di un bel colore crema latte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao!Ti ho scoperta da poco e sei già un vulcano per i miei lavori casalinghi!Grazie!
      La proporzione resina/olio e 50 grammi resina e mezzo litro l'olio oppure riempi il vaso contenente la resina fino a coprirla?Nico

      Elimina
    2. Ciao Niko, ho usato 50 g di resina per 500 g di olio. Il lavoro è lungo, ma ottieni un olio celestiale bello e profumato da morire.
      Tienimi informata ok?
      Un saluto
      Lalla

      Elimina
    3. Certo!Fra un mesetto vedremo cosa ne esce..Intanto ho provato a sciogliere un pò di resina in alcool 95° e ne è uscito un liquido troppo gommoso. Cosa potrei fare per renderlo un pò più fluido per aggiungerlo alle mie creme?P.S.ti farà ridere...ma capita..ho praticamente rovinato un colino ed una tazza perchè la resina è rimasta appicicata in fase di filtraggio!!A presto! grazie Nico

      Elimina
    4. Eccomi Nico
      Per rendere più fluido il liquido potresti aggiungere altro alcool ed agitare energicamente il barattolo in modo tale che tutta la resina si sciolga perfettamente.
      Per l'oleolito, invece, con l'esperienza ed attraverso il tuo stesso errore ho imparato a non filtrare la resina, ma a mettere direttamente a bagnomaria l'olio con la resina mescolando continuamente. Dopo un paio d'ore, sul fondo del barattolo rimane sempre una specie di caramella che prelevo adeguatamente con un cucchiaio e la pongo in alcool. Insomma non butto via nulla ahahahahah
      Buona domenica ;-)
      Lalla

      Elimina
    5. ok, proverò!! Grazie mille per l'idea!Ti terrò informata. Nico

      Elimina
    6. Ciao volevo chiedere una cosa :-) se faccio la tintura madre, lo posso usare lo stesso come coservante o devo fare solo oleolito per usarlo come conservante ? Grazie :-)

      Elimina
    7. Ciao Trilly
      come tintura madre è ottimo come conservante perchè c'è anche la presenza dell'alcool :-)

      Elimina
  3. Ciao, qualche settimana fa ho provato uno shampoo antiforfora che avevo preso per il mio ragazzo, ma ce non si è trovato bene.Così ho voluto provarlo visto che ormai l'avevo comprato e avevo un pò la pelle della cute secca.Ma mi ha provocato ancora più forfora e secchezza.La marca è la stessa di quello che ho utilizzato in questo periodo e non mi ha dato nessun problema, possibile che sia stata una reazione all'estratto di benzonino? Ho visto che in uno è presente e nell'altro no.Non ho mai avuto porblemi di allergie o sensibilità a determinati componenti, ma leggendo qua e là mi è sorto il dubbio.Grazie, complimenti per il blog!Sarah

    RispondiElimina
  4. Perdonami, l'estratto è presente in entrambi,ti posto l'Inci dell'antiforfora, magari è stato qualche altra cosa ? grazie e ancora complimenti :
    Aqua - Sodium Cocoyl Glutamate - Aqua/Sodium Cocoyl Glutamate/Potassium Cocoyl Rice Amino Acids - Alcohol -
    Lauryl Glucoside - Urtica Dioica Extract - Rosmarinus Officinalis Extract - Lecithin - Solum Fullonum - Arnica Extract - Betaine - Xanthan Gum - Prunus Amygdalus Dulcis Oil - Lavandula Angustifolia Oil* - Eugenia Caryophyllus Oil* - Sodium Cocoyl Hydrolized Wheat Protein - Benzoin Extract - Berberis Vulgaris Extract
    *Componenti degli oli essenziali naturali: Limonene - Linalool - Eugenol

    RispondiElimina
  5. Sarah, mi devi perdonare...ma vedo solo ora questi tuoi interventi!!! Purtroppo nel periodo in cui li hai scritti ero immersa in un mare di "guai" ahahahahah facevo un trasloco ed oltretutto ero alle prese con impicci personali. Mi dispiace davvero tanto essermi accorta solo ora dei tuoi dubbi!
    Lalla

    RispondiElimina
  6. ho del benzoino di sumatra, posso allora ferci l'oleolito ???? oppure utilizzi altro tipo di benzoino????
    tra l'altro ho anche tantissimo incenso e mirra anche con queste resine posso fare l'oleoliti????
    Grazie in aticipo per la cortese risposta!!!

    RispondiElimina
  7. Ciao
    il benzoino di Sumatra è proprio il benzoino styrax da cui si ricava l'oleolito di cui parlo in questo articolo.
    Anche con incenso e mirra puoi preparare gli oleoliti :-)
    Buon sabato
    Lalla

    RispondiElimina
  8. ciao lalla oggi ho preparato l,oleolito di benzonio e messo al sole dopo un mese devo filtrarlo ?con che procedura'?grazie e buon sabato selly

    RispondiElimina
  9. Ciao Selly
    se vuoi accelerare i tempi puoi adottare il sistema del bagnomaria. Poi in realtà , dopo aver fatto esperienza con quest'olio, io non lo filtro più, ma lascio gli ultimi residui di resina sul fondo della bottiglia e prelevo l'olio con una pipetta ogni volta che ne ho bisogno.
    Col bagno maria cerca di mescolare quanto più ti è possibile con un cucchiaio di acciaio perchè vedrai che la resina diventa gommosa ed ovviamente non tende a sciogliersi. Comunque dopo circa due ore di bagno maria, sul fondo ti rimarrà una specie di caramella...la lasci lì che male non fa...oppure se la vuoi utilizzare allora prelevala con un cucchiaio e ponila in un altro contenitore di vetro dove poi la ricoprirai di alcool puro così con la solita resina otterrai sia l'oleolito che la tintura di benzoino.
    A proposito per ripulire tutti i contenitori che sono stati a contatto col benzoino, usa solo alcool puro che è l'unico in grado di scioglierlo :-)

    RispondiElimina
  10. Ti ringrazio per la gentile e rapida risposta, ma questo tipo di olio a parte come conservante quale potrebbe essere un altro /i utilizzi oe/o applicazioni??
    Perdona la mia ciriosita.... ma da poco che mi sto avvicinando al mondo naturale!!!! ;-)
    Paola

    RispondiElimina
  11. Ciao Paola
    quest'olio ha molte proprietà tra cui spiccano in primo luogo le attività cicatrizzanti del benzoino oltre a quelle antibatteriche ed antisettiche. Infatti io lo uso molto volentieri anche abbinandolo all'oleolito di iperico e al tea tree oil come rimedio contro l'herpes labiale.
    Oltretutto l'olio di benzoino si utilizza molto come schiarente di quelle piccole macchie di melasma che si formano sulla pelle col passare dell'età o dopo una gravidanza. Insomma io lo adoro perchè poi ha anche un profumo delizioso che mi serve anche per fissare gli aromi.
    Un bacio
    Lalla

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao lalla oggi sistemando tra le mie cose ho trovato una bustina con la resina di benziono che ave comprato anni fa purtroppo finita nel dimenticatoio. la data di scadenza è 12/2014 secondo te la posso usare ugualmente??? è una resina non penso che vada a male?! e poi x sfruttarlo come conservante devo fare la TM o l'oleolito? Eventualmente in che percentuale bisogna usarlo come conservante e x quanto tempo conserva? grazieee

      Elimina
    2. Ciao Fabiana
      in genere le resine è difficile che scadano, comunque puoi accertartene anche dall'odore. In genere il benzoino ha un bellissimo odore che si sente anche a distanza di anni.
      Comunque sia TM che oleolito puoi inserirle in alcune emulsioni come conservante ed antiossidante, in particolar modo se le emulsioni sono composte per lo più da grassi/oli.
      L'oleolito come conservante va usato al 10%, mentre la TM puoi anche usarla solo al 3/5%

      Elimina
    3. grazieeee milleeee della risposta!!!! e complimenti per il blog!!!!

      Elimina
  12. ciao lalla sono un po confusa...ma allora gli oleoliti e meglio farli con droghe fresche o secche? grazie sei bravissima

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Personalmente preferisco fare gli oleoliti con erbe fresche. Poi è ovvio che non tutti possiamo avere a disposizione tali vegetali e quindi ci adattiamo ad utilizzare quelle secche. In ogni caso iperico ed elicriso vanno per forza macerati da freschi per conservare tutti i principi attivi in esse contenuti :-)
      Spero di averti tolto un pò di confusione :-)
      Un bacio
      Lalla

      Elimina
  13. devo convincere mio marito a fare il marchingegno x gli idrolati.wawawawa

    RispondiElimina
  14. Ciao Lalla, ho fatto questo oleolito da circa 2 mesi, il profumo richiama molto quello di vaniglia e non l'ho filtrato. Ho un dubbio: il "fondo" di polvere di benzoino se sbatto il vasetto non è solido, ma ancora polveroso e si miscela nuovamente con la parte oleosa, ho sbagliato qualcosa? Grazie, grazie

    RispondiElimina
  15. No no, non hai sbagliato nulla. Accade talvolta che la resina non si sciolga completamente e rimane sul fondo del contenitore. Puoi comunque filtrarlo per ottenere un olio limpido e privo di impurità :-)

    RispondiElimina
  16. Buongiorno Lalla. Ho letto che utilizzi il macerato oleoso di benzoino anche per l'herpes unendo lo a teatree e oleosi to di iberico. Potresti indicarmi quali dosi? Grazie cinzia

    RispondiElimina
  17. Buongiorno Lalla. Ho letto che utilizzi il macerato oleoso di benzoino anche per l'herpes unendo lo a teatree e oleosi to di iberico. Potresti indicarmi quali dosi? Grazie cinzia

    RispondiElimina
  18. Ciao Cinzia ti rimando al link http://impatiens-magicanatura.blogspot.it/2011/08/blog-post.html dove parlo appunto di questo olio contro l'herpes. Se tu non avessi o.e. di benzoino puoi tranquillamente sostituirlo con il suo macerato oleoso :-)

    RispondiElimina
  19. Ciao Alessandra
    la resina oltre a trovarla sul sito di Aroma Zone, la puoi trovare anche in erboristerie specializzate.

    RispondiElimina
  20. Ciao ho appena scoperto il tuo blog e ti faccio i miei complimenti, a proposito del benzoino io ho comprato l'estratto fluido con grado alcolico 70 da Vernile e vorrei sapere in che percentuale si può usare in una crema viso. Mi puoi aiutare? Grazie

    RispondiElimina
  21. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  22. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  23. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina

Lasciate un commento

Licenza CreativeCommons

Licenza Creative Commons
Questa opera di Lalla è concessa in licenza sotto la Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported.
Basata su un lavoro di impatiens-magicanatura.blogspot.com.
Permessi oltre lo scopo di questa licenza possono essere disponibili presso http://creativecommons.org/.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...