sabato 25 maggio 2013

SCARTI DI SAPONE - COME UTILIZZARLI AL MEGLIO

Dopo una lunga pausa rieccomi nuovamente qui con voi a condividere un altro dei miei esperimenti semplicissimi.
Questo è un periodo veramente balordo per me, perchè non ho il tempo materiale di mettere nero su bianco ciò che via via preparo, ma mi son ripromessa di farlo con calma per tenervi aggiornati su tutto ciò che faccio.
Dunque...ultimamente leggevo che ci sono molte saponaie e saponai che non sanno come utilizzare i loro scarti di sapone o quei saponi ammassati brutti da vedersi, ma comunque ottimi qualitativamente parlando!...Addirittura qualcuno voleva persino buttarli via! Niente di peggio che buttar via un qualcosa che abbiamo creato con le nostre mani!
Gli scarti dei saponi oppure quelli riusciti malissimo, oltre che a rilavorarli o diluirli possono essere utilizzati per creare nuovi prodotti...vediamo un pò come fare!
Innanzi tutto creiamo una base che ci servirà per formare svariati prodotti detergenti:
CREMA BASE DI SAPONE
  • 30 g di scarti di sapone auto-prodotto
  • 30 g di glicerina vegetale
  • 30 g di acqua distillata
  • 10 g di burro di albicocca

scarti di sapone auto-prodotto
Grattugiamo i nostri scarti e preleviamo i grammi che ci interessano.
sapone grattugiato
aggiungiamo l'acqua e la glicerina e sciogliamo il tutto a bagnomaria (io per comodità ho utilizzato il Bimby).
Quando il vostro sapone è ben sciolto, passatelo in frigorifero e lasciatelo raffreddare finchè non si solidifica nuovamente fino a darvi un composto denso, ma trasparente.
sapone gel solido
Ora spezzettatelo con un cucchiaio ed aggiungete il burro
burro e cubetti di gel di sapone
Finchè vi è possibile lavorate col cucchiaio o con una spatola...dopo di che passate ad usare un comune sbattitore elettrico con fruste ed iniziate a frullare finchè otterrete una bella crema di sapone, della consistenza di una meringa cotta.
crema di sapone
Questa è la base di sapone alla quale potrete aggiungere oli essenziali a vostro piacimento oppure lasciare così semplice come è!
Con questa crema personalmente ho realizzato sia una maschera scrub per il viso e sia una schiuma/crema da barba delicata.
MASCHERA SCRUB ALL'ALBICOCCA

  • 30 g crema di sapone
  • un cucchiaino di polvere di gusci di semi di albicocca
In un vasetto da 30 ml ho travasato la crema di sapone alla quale ho aggiunto la polvere di gusci di semi di albicocca triturata finemente
maschera scrub
Questa maschera scrub è semplicissima da usare. Basta metterne un pò sulle mani ed inumidire con qualche goccia di acqua tiepida...poi passare a massaggiare sul viso con dei movimenti circolari evitando la zona perioculare.Si forma una leggera schiuma e l'effetto esfoliante è dato dalla polvere dei gusci di albicocca. Si toglie con una salvietta o spugnetta inumidita e si sciacqua con acqua fresca. Basta passare un tonico subito dopo e la vostra pelle non solo sarà esfoliata, ma anche nutrita e detersa alla perfezione donandovi così una luminosità naturale.
CREMA/SCHIUMA DA BARBA
crema/schiuma da barba

  • 100 g di crema di sapone
  • 8 gtt di olio essenziale di alloro
Mescolate l'olio essenziale di alloro alla crema di sapone ed utilizzate con pennello da barba o semplicemente spalmandola sulla pelle inumidita. Si forma una schiuma morbida che vi permetterà una rasatura dolce. L'effetto sarà quello di ritrovarvi la pelle morbida e nutrita grazie alla presenza del burro di albicocca e quindi potrete fare a meno di una crema post epilazione. Basta avere l'accortezza, anche in questo caso, di utilizzare un tonico che servirà a riequilibrare il vostro pH fisiologico. E' inutile dirvi che questa crema è adatta anche per le donne che non possono fare uso delle comuni cerette o delle creme epilatorie!!! Basta aggiungere gli oli essenziali che più vi aggradano!

Ovviamente non contenta, ho voluto cimentarmi anche nella preparazione di una crema da doccia!
DOLCE AVENA-CREMA DOCCIA
  • un cucchiaio di fiocchi di avena
  • 100 g di acqua distillata
  • 30 g di gomma arabica
  • 40 g di crema di sapone
Ponete il cucchiaio di fiocchi di avena in un bicchiere di pirex e ricopritelo con 100 ml/g di acqua distillata. Immergete il minipimer e frullate sino ad ottenere un liquido lattiginoso bianco. Poi filtrate e prelevate 60 g di latte di avena nel quale disperderete i 30 g di gomma arabica per gelificare. Lasciate idratare per qualche minuto e poi col minipimer frullate affinchè scompaia qualsiasi traccia di grumo.
latte di avena
In un contenitore piuttosto alto ponete la vostra crema di sapone ed aggiungete a filo il latte di avena gelificato con gomma arabica. Emulsionate con lo sbattitore elettrico a velocità massima sempre aggiungendo il latte di avena. Infine aggiungete i restanti 20 g di latte di avena non gelificati...sempre a filo ed continuate a frullare sino ad ottenere una crema fluida della consistenza di un comune bagnoschiuma commerciale.
doccia/crema
Anche in questo caso potete aggiungere sino ad 8 gtt del vostro olio essenziale preferito o una fragranza. Travasate il tutto in un comune flacone da bagno schiuma ed avrete così ottenuto un dolcissimo e nutriente bagno crema...molto delicato che, a differenza degli altri che vi ho proposto, non fa molta schiuma, ma lascia la pelle detersa, profumata e soprattutto idratata e morbida tanto che subito dopo la doccia non vi è la necessità di spalmare sul corpo una crema nutriente e idratante.
Crema da doccia
La consistenza è bellissima e sulla pelle dona un effetto vellutato e setoso. Come dicevo prima, subito dopo non vi è bisogno di una crema idratante perchè questo detergente è molto delicato e soprattutto nutriente. Il burro di albicocca favorisce l'idratazione e conferisce alla cute quella morbidezza che ognuno di noi cerca dopo una doccia o un bagno rilassante. 
Dolce Avena-Bagno crema
Per concludere e non essere prolissa come al mio solito, diciamo che nulla è perduto e tutto si può riciclare in modo semplice e fruttuoso.
La maggior parte degli ingredienti che ho citato in questo articolo li potete tranquillamente acquistare da Dadalindo dove troverete tutto ciò di cui avete bisogno per avvicinarvi al mondo della cosmesi auto-prodotta :-)


27 commenti:

  1. Ninilla quanti scarti abbiamo noi nelle scatoline che ci aspettano per essere riutilizzati? ahahahahah Non vedevo l'ora di usarli in modo appropriato .-)

    RispondiElimina
  2. Stupendo questo post!!!! Grazie Lalla!!!

    RispondiElimina
  3. Ti ricordi che ne avevamo parlato al telefono?
    Io mi sono innamorata di questa crema di sapone :-) e poi la maschera scrub è davvero eccezionale

    RispondiElimina
  4. post mervigliosi come sempre sono rimasta a bocca aperta,sei una fonte di informazioni e di idee,mi piace molto il bagno crema all'avena tanto completo da avere la crema corpo incorporata e cosi avere una pelle pulita e nutrita in un colpo solo,grazie

    RispondiElimina
  5. A volte mi complico la vita con sperimentazioni astronomiche...poi capita che, magari, da un errore nasce qualcosa di magnifico e che non vedo l'ora di condividerlo con voi.
    Se saprete attendere....ne ho tirata fuori un'altra dal mio cilindro magico ahahahah e son sicura che vi piacerà tantissimo :-)
    Un bacione a tutte e vi ringrazio del sostegno che mi date tutti i giorni :-)
    Lalla

    RispondiElimina
  6. Ciao! Stupenda questa ricetta...Vorrei chiederti se al posto del burro di albicocca posso utilizzare un altro burro per fare il docciacrema...grazie mille!

    RispondiElimina
  7. Sì Cassy pico, puoi utilizzare qualsiasi burro nelle stesse proporzioni che ho indicato :-)

    RispondiElimina
  8. A dir poco eccezionale! Se volessi fare un litro di questa doccia-crema, quanto tempo si conserva? E' il caso di mettere il conservante Benzoino-homemade?
    Grazie per la conoscenza
    Nicoletta

    RispondiElimina
  9. Ciao Nicoletta
    personalmente non farei mai un litro di doccia-crema a meno che in casa non siete in tre o quattro persone ad usufruirne. In ogni caso il benzoino oltre al profumo delizioso ti garantirebbe una buona conservazione sempre che tu non habbia problemi con questa fantastica resina :-)
    Un bacio
    Lalla

    RispondiElimina
  10. Ciao Lalla,intanto complimenti x le tue idee meravigliose e poi una domanda: posso usarlo come shampoo,magari con qualche modifica che vorrai suggerirmi? E se si può utilizzare come sapone x il viso? Grazie. Raffaella

    RispondiElimina
  11. Ciao Raffaella
    credo proprio di sì. Nulla vieta di utilizzarlo come shampoo, basterebbe diluirlo con qualche infuso o decotto adatto ai propri capelli ed il gioco è fatto. Anche per il viso è ottimo e ti dirò di più...è delicatissimo sulla pelle :-)
    Un bacio
    Lalla

    RispondiElimina
  12. Bellissime le tue ricette! Viene da provarle tutte!
    Una delle mie figlie ha la dermatite atopica e volevo provare a farle il tuo dolce avena crema doccia. Ma ho un'esubero di gomma xantana e volevo sapere se potevo utilizzarla al posto della gomma arabica e se i fiocchi d'avena per la colazione anche se tostati vanno bene. Inoltre hai da consigliarmi qualche olio essenziale particolare o meglio evitare.
    Grazie.
    Virginia

    RispondiElimina
  13. Ciao Virginia e grazie per i complimenti :-)
    Dunque puoi tranquillamente usare la xantana al posta della gomma rabica (io non avevo xantana per cui ho utilizzato l'arabica)!
    per quanto riguarda, invece, la dermatite atopica, genralmente io sconsiglio qualsiasi tipo di o.e. anche se, per esperienza personale...in quanto anche mio figlio ne soffre, ho notato che l'unico olio essenziale sopportabile sia quello di lavanda. Detto questo passiamo ai fiocchi d'avena. Quelli tostati non vanno bene perché no si otterrebbe un latte bianco e cremoso con tutte le proprietà dell'avena, per cui ti consiglio di prendere i fiocchi non tostati per questo tipo di detergente delicato :-(
    Spero di esserti stata di aiuto
    Un bacio
    lalla

    RispondiElimina
  14. Ciao Lalla, bellissime queste ricette, complimenti, volevo sapere se è possibile utilizzare la farina d'avena? Grazie!

    RispondiElimina
  15. Ciao Antonella
    sì puoi utilizzare la farina d'avena o anche quella di riso :-)

    RispondiElimina
  16. Fantastica Lalla! Le tue ricette sono GRANDI.Come un mago che dal suo cappello crea delle dolci magie...<3

    RispondiElimina
  17. Grazie Teodora <3
    Con gli scarti di sapone ho ricavato un'altra serie di prodotti fantastici che spero quanto prima di poter condividere con tutti voi ;-)
    Ti auguro un felicissimo anno nuovo
    Un bacione
    Lalla

    RispondiElimina
  18. Ciao Lalla,scusami,cm fai ad usare il bimby x il bagnomaria??...io lo uso x tt...tranne x le cremine...cm lo usi?Grazie e buona serata...

    RispondiElimina
  19. Ciao Tiziana
    per fare il bagnomaria col Bimby io uso il cestello (accessorio del Bimby) nel quale ripongo un barattolino di vetro oppure un contenitore adatto alle alte temperature ed uso l''elettrodomestico come sempre. Per le cremine fai finta di dover fare una maionese e vedrai che soddisfazione. Si fanno in fretta e si emulsionano alla perfezione. Gli scarti di sapone puoi anche scioglierli direttamente nel boccale con l'aggiunta di glicerina senza però superare i 50°C. Appena ne avrò il tempo cercherò di fare un articolo semplificando al massimo l'uso del Bimby per ottenere le emulsioni olio in acqua e viceversa.
    Ne approfitto per farti gli auguri di buon anno
    Un bacione
    Lalla

    RispondiElimina
  20. ciao lalla ho preparato la tua bagno crema sostituendo la gomma arabica con la xantana ma 30 g.mi sembravano tantissimi x 100 g di crema e invece dei 30 g.come da ricetta ho messo 3.g di xantana e si è formata una crema compatta ......ho seguito tutto il procedimento ma ho dei dubbi!!!!!grazie.....

    RispondiElimina
  21. Ciao Selly
    hai fatto bene ad abbassare notevolmente i grammi della xantana perché di questa gomma ce ne vuole veramente poca per gelificare 100 g di prodotto.
    Mi dici quali sono i tuoi dubbi in modo che io possa aiutarti?
    Un bacio
    Lalla

    RispondiElimina
  22. grazie lalla adesso provo ad abbassare ancora la xantana invece dei 3 g.faccio un g.bacio selly

    RispondiElimina
  23. Grazie Selly :-)
    tienimi aggiornata ok?

    RispondiElimina
  24. ...ciao Lalla, anche io mi ero cimentata in un riciclo degli avanzi di sapone per fare una Mousse da doccia, con risultati apprezzabili.
    Non mi è invece venuto in mente di poterli trasformare in uno scrubb con l'aggiunta di un burro...personalemte però non amo gli scrubb con i gusci perchè li trovo troppo aggressivi per la mia pelle (i gusci rischiano di avere, pur nelle piccolissime dimensioni, "angoli" taglienti), prefesisco sempre utilissare come base scrubbante elementi più "sferici" come per esempio la farina di mais, o le farina di cocco o mandorle che sono invece più morbide...devo provare a realizzarlo :) ...
    Bia

    RispondiElimina
  25. Ciao Bianca
    in realtà se i gusci non sono ben polverizzati rischiano di essere aggressivi, ma la tua idea è ottima :-)

    RispondiElimina

Lasciate un commento

Licenza CreativeCommons

Licenza Creative Commons
Questa opera di Lalla è concessa in licenza sotto la Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported.
Basata su un lavoro di impatiens-magicanatura.blogspot.com.
Permessi oltre lo scopo di questa licenza possono essere disponibili presso http://creativecommons.org/.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...