sabato 20 aprile 2013

AMMORBIDENTE PER LAVATRICE

Il mio cucciolotto si lamenta sempre che i suoi panni non profumano come quelli dei suoi compagni di scuola. Mi consola che non sia l'unico a lamentarsi di questo, poichè in ogni famiglia dove si utilizza il sapone auto prodotto per lavare i panni c'è sempre qualcuno che lagna la mancanza di profumo sui propri vestiti.
Indubbiamente l'aceto o la soluzione con acido citrico come ammorbidenti non hanno nulla da invidiare ad altri prodotti, ma per quanto possano essere addizionati di oli essenziali o fragranze, dopo il lavaggio in lavatrice le essenze si perdono nell'aria lasciando i panni profumati solo di pulito ma non di odori particolarmente persistenti. Ammetto che la richiesta da parte di Matteo mi ha messa un pò in difficoltà, tanto che ho iniziato a cercare per negozi un buon ammorbidente che avesse un INCI accettabile, finchè non mi sono imbattuta in uno (di cui purtroppo non ricordo neanche più il nome) dove in etichetta c'era solo scritto: Acqua, Acido citrico, Esterquat, profumo!
Non potevo credere ai miei occhi....un ammorbidente interamente ecologico e con bollini tutti verdi!!!! Ovviamente non l'ho acquistato perchè quei semplici ingredienti sono già tra le materie prime che posseggo quindi di corsa son rientrata a casa a preparare subito il mio ammorbidente.
L'esterquat che ho utilizzato a tale scopo è quello che ho acquistato da Dadalindo con cui avevo già preparato un balsamo per capelli eccezionale, quindi mi son detta e prchè non utilizzarlo anche per fare l'ammorbidente?
Dehyquart C4046  (Esterquat)
AMMORBIDENTE PER LAVATRICE
  • 1,5 L di acqua distillata
  • 225 g di acido citrico
  • 50 g di Dehyquart C4046 (Esterquat)
  • 30 ml fragranza di albicocca
  • 1 bustina di colore alimentare in polvere giallo
  • 10 gtt di colore alimentare rosso liquido
Ho sciolto dapprima l'acido citrico nell'acqua e quando non vi erano più residui sul fondo del bicchiere ho travasato l'intera soluzione nel boccale del Bimby. Ho aggiunto il Dehyquart, la polvere colorante ed le gocce coloranti ed ho impostato il mio elettrodomestico a 50°C, per 10 minuti a velocità 4.
Trascorsi i minuti occorrenti, l'emulsione era già pronta, quindi a questo punto ho aggiunto la fragranza ed ho mescolato per 10 secondi sempre a velocità 4.
Ho atteso che si raffreddasse ed ho travasato in un classico flacone opportunamente riciclato
Ammorbidente
Il profumo è delizioso perchè l'albicocca è uno dei frutti preferiti di Matteo e poi anche la consistenza è spettacolare....somiglia proprio agli ammorbidenti commerciali
Consistenza fluida/cremosa
Ovviamente l'ho subito testato e......incredibilmente appena ho aperto l'oblò della lavatrice sono stata "inondata" dal profumo, ma il test è stato superato a pieni voti solo dopo l'asciugatura dei panni che sono rimasti profumatissimi e morbidi :-)
Anche stavolta sono super felice del risultato ottenuto ed anche perchè ho accontentato il mio piccolo Matteo che così potrà vantarsi coi suoi compagni di scuola del profumo che sprigionano i suoi abiti.


62 commenti:

  1. fantastica questa ricetta, la proverò sicuramente! Ormai non uso ammorbidente da tanti mesi e non mi manca, i vestiti non rimangono duri, forse è anche merito dell'acqua, non so. Però per i profumi un pò mi manca l'uso dell'ammorbidente e questa ricetta è semplicissima, grazie! ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei fortunata ad avere un'acqua dolce che ti lascia i panni belli morbidi. Qui invece devo combattere tutti i giorni col calcare e...meno male che esistono sia l'aceto che l'acido citrico :-)
      Buona domenica cara
      Lalla

      Elimina
  2. Ciao Lalla, ti volevo chiedere se pensi che possa essere possibile una sostituzione, ovvero l'esterquat con un altro condizionatore. Io ho acquistato da AZ sia il BTMS (Cetearyl Alcohol and Behentrimonium Methosulfate) ed il Conditioner Emulsifier (Stearamidopropyl Dimethylamine). Non credo che li userò per farmi del balsamo per capelli (ho capito che è un prodotto che non fa proprio per me) e quindi sarebbe una bella occasione per usarli...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non conosco questi altri condizionanti, ma ad occhio e croce credo proprio che tu possa usarli anche per fare l'ammorbidente. Ovviamente devi tener conto che, forse cambiano le proporzioni dei dosaggi quindi ti conviene fare un piccolo campione anche di solo 100 g per verificare i dosaggi giusti.
      Buona domenica
      Lalla

      Elimina
    2. Ti ringrazio! Appena ho tempo provo allora :)
      Monica

      Elimina
    3. Ok Monica allora fammi sapere così che possiamo suggerire ad altre persone i dosaggi da utilizzare per questi condizionanti.
      Grazie e a presto
      Lalla

      Elimina
    4. Ciao Lalla, allora ho scoperto che il Conditioner Emulsifier è un co-condizionante quindi ho deciso di usare il BTMS. Ho poi anche scoperto che i condizionanti non sono altro che tensioattivi cationici, forse lo sapevi già ma io ne sono rimasta interdetta. Per quale ragione quindi non usare un qualsiasi altro tensioattivo al loro posto mi chiedo (anche se non cationico)? o.O Comunque il risultato ottenuto con il BTMS (fatto ieri sera e non ancora utilizzato) è il seguente: inserito al 2.5% (AZ suggerisce un utilizzo dal 2 al 10% max) la consistenza è leggermente densa tendente molto al liquido - l'avrei preferito più denso. Inoltre continua a fare dei piccoli grumi che sebbene spariscono ogni volta che gli do una mescolata col cucchiaino (ho preparato 100ml) tendono a ricomparire poco dopo. Comunque mi sembra un prodotto utilizzabile. Ti farò sapere più avanti il risultato dopo l'uso :)
      Monica

      Elimina
    5. Gli altri tensioattivi cui ti riferisci credo siano solo detergenti e non condizionanti, per cui non andrebbero bene per formulare un ammorbidente.
      Per quanto riguarda i grumi hai sciolto bene il condizionante??? Magari la temperatura doveva essere più alta.
      Per la densità puoi aumentare o il condizionante oppure puoi avvalerti dell'aggiunta di un gelificante.
      Comunque tienimi informata così almeno possiamo dare una mano alle ragazze che non hanno il Dehyquart ma che hanno solo il BTMS.
      Grazie e buon weekend
      Lalla

      Elimina
    6. La differenza tra l'Esterquat e il BTMS è che il primo è Ecofriendly e il secondo è inquinante... Quindi a parità di costo e di funzionalità perchè non freferire l'Esterquat e bannare per sempre il BTMS? :P

      Inoltre avevo una domanda... come si conserva questo ammorbidente?

      Elimina
    7. Innanzi tutto ti ringrazio infinitamente per averci spiegato queste differenze. Io non lo sapevo e quindi son contenta che sia venuta fuori questa interessante informazione.

      L'alta percentuale di acido citrico permette un'ottima conservazione senza l'uso di altre sostanze. Io ho ancora quello che vedi in foto e non ha mai subìto alterazioni di sorta. Non ci sono muffe, è sempre profumatissimo, non è variato nè il colore nè la consistenza. Quindi direi che se non fosse per il colorante alimentare e la fragranza sintetica che ho utilizzato, questo ammorbidente è veramente naturale ed ecologico.
      Grazie ancora per il tuo fantastico intervento <3
      Lalla

      Elimina
  3. bellissima questa ricetta!! fantastica, grazie

    RispondiElimina
  4. cara lalla ,e' la prima volta che ho tutti gli ingredienti che servono alla ricetta,mi manca pero' il bimby,penso che posso farlo a bagnomaria ,volevo pero' un tuo consiglio,volevo farti i miei complimenti e' una ricettina davvero facile da fare,e' vero che quando passi al sapone ecologoico i panni sanno i pulito ma non odorano di niente e' questo disturba tanti in casa

    RispondiElimina
  5. Ciao Amaruc, ovviamente il Bimby non è fondamentale per la riuscita del prodotto anche perchè puoi, appunto procedere a bagnomaria...ti ci vorrà qualche minuto in più, ma il risultato è identico. Se posso darti un consiglio usa le fruste dello sbattitore elettrico per emulsionare e non il minipimer. Le fruste le regoli ad una velocità media evitando così di inglobare aria.
    Il sapone da bucato fatto in casa è eccezionale, solo che per quanto possiamo addizionarlo di oli essenziali, una volta che viene messo in lavatrice questi scompaiono e quindi per accontentare i più pignoli della famiglia bisogna ingegnarsi con altri additivi per deodorare il proprio bucato.
    Buon inizio settimana
    Lalla

    RispondiElimina
  6. Che bella ricetta, grazie!
    Ma non serve il conservante?

    RispondiElimina
  7. La soluzione acquosa con tutto quell'acido citrico è già di per sè un ottimo conservante quindi vai tranquilla.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille, la proverò di certo!

      Elimina
  8. E' una bellissima ricetta, considera comunque che gli ammorbidenti eco bio come Almacabio sono strutturati come hai detto tu: Esterquat, acido citrico e aroma...infatti sono anni che le bio spignattatrici usano l'ammorbidente bio come balsamo capelli, dopo averlo allungato con acqua in proporzione 1 a 5 quindi un litro di balsamo per 5 di acqua...e tutte ne vantano le qualità sui capelli..
    Avevo letto di una ragazza che aggiungeva un paio di gocce di olio di jojoba e un cucchiaino di miele e ci faceva anche l' impacco pre-shampoo.
    Che bello accontentare i cuccioli vero? E' il mio sport preferito ;) Ciao

    RispondiElimina
  9. Ciao Antonella, ma lo sai che l'ammorbidente che hai citato è proprio quello che avevo trovato e di cui non ricordavo il nome???? Grande!!!!

    Io prima facevo sempre il contrario...in pratica lavavo i panni delicati come lana e seta con shampoo e balsamo ahahahahahah ed ottenevo dei risultati sorprendenti, ma non avevo mai pensato di utilizzare l'ammorbidente come balsamo per capelli. Non si finisce mai di imparare...GRAZIE <3

    Quando con piccole cose si accontentano i propri cuccioli vuol dire che abbiamo raggiunto un grande traguardo :-)
    Buon weekend cara
    Lalla

    RispondiElimina
  10. Ma le fragranze, gli aromi non sono nocivi (soprattutto per i bambini)? Io cerco sempre di usare gli oli essenziali spendendo di più, ma se ci sono delle fragranze naturali da poter comprare, mi farebbe piacere usarle.

    Grazie.
    Jo

    RispondiElimina
  11. Ciao Jo
    in realtà le fragranze così come gli oli essenziali contengono purtroppo allergeni con la differenza che gli oli essenziali sono puri e naturali, mentre le fragranze sono ottenute sinteticamente. Oggi giorno sono svariati i siti che vendono fragranze a detta loro prive di allergeni. Comunque in questo caso io ho fatto un'eccezione soprattutto basandomi sul "portafoglio", poichè considerando che un ammorbidente finisce in lavatrice, mi sembrava uno spreco utilizzare 30 ml di olio essenziale che comunque va via durante il risciacquo e la centrifuga. In ogni caso nulla vieta di utilizzare olio essenziale al posto delle fragranze :-)
    Buona giornata
    Lalla

    RispondiElimina
  12. Ciao Lalla,
    Ho il dubbio di aver comprato il prodotto giusto! Ho preso dal sig. Paolo l'Esterquat, Metil-solfato di N-metil-n- (2-idrossietil)N,N-di (1-osso-alchil)ossietil) ammonio in alcool isopropilico. Intanto non ti dico la sorpresa quando ho aperto il barattolo e l'ho trovato liquido! Comunque ho provato a fare l'ammorbidente, ha fatto un po' di schiuma ma si è mescolato subito, solo che è liquido come acqua! Che cosa ne pensi?
    Grazie,
    Isabella

    RispondiElimina
  13. Ciao Isabella
    ancora non ho mai utilizzato l'Esterquat del sig. Paolo. Ma hai provato a scrivergli chiedendogli istruzioni su come utilizzarlo al meglio, visto che è già liquido?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lalla,
      Ho fatto come mi suggerivi (era l'uovo di Colombo, ma non ci avevo pensato!). Paolo suggerisce di usarlo all'8%, anche se lui dice che non ci mette l'acido citrico e che lascia aperto il flacone una giornata per far evaporare l'odore. Quindi se volessi seguire la tua ricetta dovrei aumentare un po' la dose, giusto? Comunque ora che l'ho fatto, proviamo come va così!
      Grazie,
      Isabella

      Elimina
    2. ciao, mi è arrivato l'esterquat del sig. Paolo, cortesemente potresti dirmi come hai fatto tu e come ti sei trovata???

      Elimina
    3. Non ho mai usato l'esterquat del sig. Paolo :-( Per cui non saprei dirti, ma con quello di Dadalindo mi trovo d'incanto

      Elimina
  14. Ciao Isabella
    sì, intanto provalo su un litro...poi se ti trovi bene allora puoi sempre raddoppiare le dosi.

    RispondiElimina
  15. Io ho il naso particolarmente insensibile agli odori, e ad una problematica del genere non avrei mai pensato.
    Comunque penso proprio che farò delle ricerche al riguardo...

    (sull'esterquat e i suoi vari usi, non sul mio naso)

    Viverezen

    RispondiElimina
  16. ahahahahah mi hai fatto sorridere quando ho letto delle ricerche che effettuerai non certamente sul tuo naso :-)
    Tienimi aggiornata.
    Ciao
    Lalla

    RispondiElimina
  17. Scusa ma non hai sbagliato le dosi dell'esterquat??

    RispondiElimina
  18. Ciao
    perchè credi che le dosi di esterquat siano sbagliate?

    RispondiElimina
  19. Forse saro' una voce fuori dal coro, ma io profumo i miei vestiti con i sacchettini pieni di lavanda..che poi sono troppo belli XD comunque molto bella la ricetta.. Veramente semplice!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Belli anche i sacchetti di lavanda che, tra l'altro, io adoro :-)

      Elimina
  20. Ciao Lalla complimenti per il tuo blog... volevo chiederti dove posso trovare l' acido citrico e il Dehyquart C4046 (Esterquat) grazie e complimenti ancora!

    RispondiElimina
  21. Ciao Patrizia
    se clicchi sulla parola "Dadalindo" scritta in rosso nel mio articolo, ti verrà fuori il link del negozio dove puoi acquistare questi prodotti:
    Lalla

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, scusa la domanda "stupida" ma la tua ricetta mi incuriosisce molto e vorrei provare a farla... ho provato a cercare l' acido citrico su dadalindo, ma ce n' è di due tipi; tu quale hai utilizzato?
      Sono proprio alle primissime armi... :-P
      Grazie per avern condiviso la tua ricetta e grazie in anticipo per la risposta.
      Roby

      Elimina
    2. Ho usato l'acido citrico anidro :-)

      Elimina
  22. Ciao Lalla! Quell'ammorbidente sembra un frappè, che fame mi fai venire xDD a cosa serve il colorante? Non finirà per colorare i vestiti? Scusa, forse è una domanda scema x_x

    RispondiElimina
  23. Ciao GaiaCincia
    il colorante l'ho usato solo per sfizio perchè volevo riprodurre il colore dell'albicocca e comunque non colora i vestiti.
    Ti faccio tantissimi auguri di Buone Feste
    Un bacio
    Lalla

    RispondiElimina
  24. ecco quello che cercavo ...ho tutti gli ingredienti. .complimenti

    RispondiElimina
  25. Perfetto!
    Un piccolo consiglio. Siccome questo ammorbidente viene bello concentrato, prima di aggiungerlo nella vaschetta apposita diluiscine una cucchiaiata abbondante con acqua calda. Pensa che da aprila io uso ancora questo ammorbidente per cui immagina quanti lavaggi ci potrai fare. E' davvero un portento da tutti i punti di vista...non solo perchè lascia il bucato morbido e profumatissimo, ma soprattutto perchè dura tantissimo e quindi siamo in grado di risparmiare un sacco di soldi :-)
    Un bacione
    Lalla

    RispondiElimina
    Risposte
    1. fantastico grazie..perche l ho fatto e lo devo usare ...buona domenica

      Elimina
  26. Annamaria poi dimmi come ti sei trovata con quest'ammorbidente :-)
    Un bacio
    Lalla

    RispondiElimina
  27. Ciao Roby
    l'acido citrico può essere anidro e cioè senza presenza di acqua oppure monoidrato che signofica che contiene una piccola percentuale di acqua. I risultati non cambiano se si ha l'accortezza di aggiungere un 10% in più solo di quello monoidrato. Non so se sono stata chiara. Comunque per questa ricetta io ho utilizzato l'acido citrico anidro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille, sei stata chiarissima! :-) buona giornata
      Roby

      Elimina
  28. Mi è venuto completamente liquido... :( Ora aspetto che si raffreddi e vedo se si addensa un po'...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Liquido? Che strano!!!! A me viene sempre molto denso tanto che sono costretta a diluirlo ad ogni lavaggio. Fammi sapere se si è rappreso un pò dopo il raffreddamento ;-)
      Un bacio
      Lalla

      Elimina
  29. PERFETTO !!!!!!! il volume è aumentato , che profumo !!!!! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sonia cara
      io adoro questo ammorbidente :-)
      Un bacio
      Lalla

      Elimina
  30. Ciao Lalla, sto per fare l'ammorbidente con l'esterquat di Glamour. Mi confermi che ti dura più mesi con solo il citrico e senza conservante? Te lo chiedo perchè recentemente mi è capitato di buttare via un litro di soluzione al 20% di citrico perchè aveva all'interno delle colonie bianche molto strane. Ero convinta che con quel ph non crescesse niente, invece mi sono dovuta ricredere. E' anche vero che forse aveva 3/4 mesi, visto che ne faccio sempre in abbondanza.
    Federica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che strano Federica :-(
      Comunque ti confermo che il mio ammorbidente è durato esattamente un anno senza avere assolutamente problemi di muffe o batteri vari. Il profumo ed il colore erano sempre intatti sino all'ultima goccia.

      Elimina
  31. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  32. Ciao Lalla, vorrei fare l'ammorbidente ma ho l'esterquat comprato dalla farmacia vernile quanto ne devo mettere per la tua ricetta ?
    La scheda tecnica di questo tipo di esterquat ne consiglia un uso minore perchè è concentrato (dal 3 al 5 %)

    RispondiElimina
  33. Ciao Lalla! Mi chiamo Elena e mi sto avvicinando a questo mondo bio da poco. Devo dire che sono molto curiosa di provare la tua ricetta ma volevo farti un paio di domande.
    La fragranza profumata dove la reperisci? Inoltre volevo sapere se i coloranti alimentari servono x la riuscita del prodotto finale o se si può farne a meno.
    Grazie e alla prossima.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Elena
      le fragranze le reperisco ovunque mi capiti :-) Per il colorante invece è solo facoltativo :-)

      Elimina
  34. Dimenticavo, ho l'acido citrico nonoidratato ,non ho capito quanto se ne deve aggiungere per 1,5 l di acqua distillata
    Grazie

    RispondiElimina
  35. Ciao Ciliegia
    secondo me puoi utilizzare tranquillamente questo esterquat attenendoti scrupolosamente alle dosi consigliate nella scheda tecnica. Per l'acido citrico monoidrato basta aggiungerne 15 g in più su un litro e mezzo di acqua.

    RispondiElimina
  36. Ciao Lalla, ho fatto quest'ammorbidente è mi è venuto acquoso. Io ho l'esterquat che ho preso da zenstore. E' possibile che sia diverso da quello di dadalindo? E' la seconda volta che lo faccio e l'esterquatt ci mette 30 minuti a sciogliersi (un'ncubo) e poi appunto resta liquido.... Comprerò quest'ingrediente altrove e riproverò. Complementi per il blog, mi piace moltissimo e ti seguo ;) saluti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Maria Calabrò
      in realtà non tutti gli esterquat hanno lo stesso INCI per cui credo che si comportino diversamente secondo gli ingredienti di cui sono composti. Io trovo quello di Dadalindo eccezionale sotto tutti i punti di vista e ci faccio non solo l'ammorbidente ma anche il balsamo per capelli :-)

      Elimina
  37. Ciao Lalla! Complimenti per il tuo blog e per questa bella ricetta! Ne stavo cercando una da tempo.. Vorrei provare a fare l' ammorbidente, ma ho un dubbio: le fragranze vanno bene sia idrosolubili che liposolubili?! Grazie, Alessia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo che non ci siano problemi in quanto l'ammorbidente è pur sempre un'emulsione fra grassi ed acqua quindi le fragranze andranno a "solubilizzarsi" nella fase a loro congeniale :-)

      Elimina

Lasciate un commento

Licenza CreativeCommons

Licenza Creative Commons
Questa opera di Lalla è concessa in licenza sotto la Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported.
Basata su un lavoro di impatiens-magicanatura.blogspot.com.
Permessi oltre lo scopo di questa licenza possono essere disponibili presso http://creativecommons.org/.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...