lunedì 5 dicembre 2011

CREMA ALLE ROSE

Ieri leggendo il blog della mia amica Khadi che parlava dell'acqua di rose fatta con gli ultimi petali di rosa d'autunno mi ha fatto venire un'ispirazione....
Dalla primavera ad oggi non ho fatto altro che cogliere fiori e piante per preparare i miei oleoliti, idrolati, oli essenziali, macerati glicerici e via dicendo e dopo aver letto l'articolo in SonoBio...a modo mio mi son ricordata di aver preparato oltre al distillato di rosa anche l'oleolito e la tintura con le rose di maggio e mi son chiesta perchè non preparare una crema per il viso a base di questi preziosi ingredienti?
Da sempre l'amatissima rosa è considerata l'amica per eccellenza della nostra pelle col suo delicato profumo che ti avvolge e ti coccola dandoti un senso di pulizia e di fresco. Non ho potuto fare a meno di apprestarmi a preparare la mia crema viso (considerando che avevo appena finito quella alla lavanda). Ora vi dico come l'ho preparata
CREMA ALLE ROSE
- 5 g di cera d'api vergine
- 5 g di burro di Karitè
- 20 g di oleolito di rose
- 10 g di olio di Argan
- 10 g di olio di Rosa Mosqueta
- 50 g di distillato (idrolato puro) di Rose
- 2 g di Vitamina E
- 5 gtt di o.e. di rose di maggio
- 10 gtt di o.e. di Benzoino
Ho pesato tutti gli ingredienti; in un bicchiere resistente ad alte temperature ho posto la cera,  il burro di Karitè e l'oleolito di rose ed ho messo a sciogliere a bagnomaria. In un bicchiere a parte ho pesato l'olio di Argan e quello di Rosa Mosqueta ed  ho atteso la completa diluizione delle cere.
Cera d'api, burro di Karitè ed oleolito di rose


Acqua e cere a bagnomaria
In un altro ciotolino ho versato l'idrolato di rose e l'ho posto a scaldarsi a bagnomaria per un paio di minuti.
A questo punto nella fase oleosa ci ho aggiunto gli altri oli che avevo tenuto da parte ed ho spento il fornello. Ho iniziato a mescolare con una mini frusta elettrica per amalgamare tutti gli oli e pian piano ho versato il distillato a filo....goccia a goccia finchè non ho visto che l'emulsione si omogeneizzava
Emulsione iniziale
quindi ho trasferito tutto il contenitore in un bagno di acqua freddissima ed ho continuato a mescolare con delle piccole pause di qualche minuto. Fra una pausa e l'altra raccoglievo la crema con una paletta e poi ricominciavo a frullare.....Fate conto che questa manovra l'ho ripetuta per almeno 4 volte! Alla fine ho ottenuto una crema soffice e ben emulsionata alla quale ci ho aggiunto la vitamina E e gli oli essenziali ed ho dato un'ultima frullatina.
Emulsione finale
Come potete notare la consistenza è meravigliosa senza parlare del profumo delizioso che emana e che purtroppo non potete sentire....
Ho travasato il composto in due flaconcini da 50 g l'uno
La mia crema alle rose
ho etichettato e chiuso i miei barattolini.
Stamani non vedevo l'ora di poterla utilizzare e mi son svegliata col pensiero ahahahahahahah
Allora la sensazione sulla pelle è bellissima....vellutata....compatta....asciutta e dolcemente profumata.....mi son precipitata al lavoro tutta contenta come se la mia crema si vedesse ahahahahahah
Provate a farla anche voi....è semplice...economica....creativa e....rilassante.....e poi ditemi cosa ve ne pare.

39 commenti:

  1. Fantastica la tua creminaaaaaaaaaaaaaaaaaaa! ! !
    Già ne sono innamorata, tentatrice, perchè hai usato i miei olii preferiti.
    Praticamente avrei quasi tutti gli ingredienti, fra quelli che ho già in casa e fra quelli che mi devono arrivare, quasi, quasi mi butto,
    ma l'idrolato non c'e l'ho e neppure il benzoino, altro ingrediente, "magico" che mi ha sempre affascinato, come la cera d'api.
    Con che cosa sostituire l'idrolato???
    E la resina di benzoino dove te la procuri????
    così....... cara lalla, l'aggiungiamo alla lista di ieri ahahahahahahah, buona idea vero ???
    E ... già che ci sono, se non approffitto troppo della tua cortesia, mi puoi anche dire quei vasetti blù, dove li hai trovati??? e il loro prezzo????? sono bellissimi.
    Grazie , grazie, grazie 1000 da Gabry

    RispondiElimina
  2. Dolce Gabry l'idrolato lo puoi sostituire tranquillamente con acqua distillata oppure lo trovi in erboristeria. La resina di benzoino me la procura la mia erborista, ma in mancanza di quello puoi usare un conservante per creme tipo il Cosgard. I vasetti blu invece li compro presso una parafarmacia che c'è qui a Siena e che vende materie prime...ora non ricordo quanto li ho pagati, ma te lo farò sapere presto.
    Ti mando un bacione grande e a prestissimo
    Lalla

    RispondiElimina
  3. Se non avete tutti i preziosi ingredienti di PLalla, è possibile però fare tesoro di queste esatte proporzioni tra grassi ed acqua per creare una crema più semplice ma sempre benefica per la nostra pelle. Faccio un esempio :
    - 5 g di cera d'api vergine
    - 5 g di burro di Karitè ( o un altro burro a vs. disposizione, per es. mango o kokum)
    - 30 g di oleolito di rose ( oppure oleolito di rose, se non avete un oleolito va bene l'olio di girasole, di vinaccioli o di riso)
    - 10 g di olio di Argan ( un preziosissimo olio che è un peccato sostituire, ma se non ce l'avete mettete il germe di grano oppure altri 10 gr. Di riso o girasole)
    - 10 g di olio di Rosa Mosqueta ( o mandorle dolci )
    - 50 g di distillato (idrolato puro) di Rose
    - 2 g di Vitamina E
    - 5 gtt di o.e. di rose di maggio ( altrimenti lavanda )
    - 10 gtt di o.e. di Benzoino ( o 17/18 gtt. di conservante cosgard )

    Certo viene fuori tutta un'altra cosa della crema di Lalla! La crema di Lalla è una crema preziosa! Se però volete ugualmente dilettarvi a fare una crema da sole e avete poche cose in casa : solo olio, acqua, cera d'api, olio essenziale e conservante, già siete in grado di fare un buon prodotto!
    Ti saluto Lalla, sei sempre la migliore ;)
    Alex66

    RispondiElimina
  4. Grazie Alex il tuo contributo è preziosissimo e le nostre affezionate lettrici saranno contente di ricevere i tuoi consigli.....qualche volta però dovrai postare in questo blog qualcuna delle tue creme magiche.....già mi ci vedo a sperimentare nuove emulsioni ahahahahahah
    Un abbraccio cara Alex
    Lalla

    RispondiElimina
  5. Ma Lalla, mi sono..... commossa, a leggere questi commenti: TU , ALEX ED IO, tutte e tre insieme, a parlare di creme, meravigliosoooooooo, e chi ci ferma più ???
    e cosa chiedere di più?????
    un abbracissimo ad Alex ed a TE ,
    a presto, by by Gabry

    RispondiElimina
  6. E' la centesima volta che cerco di postare un commento da ieri sera e poi ogni volta per un motivo o per l'altro mi perdo.
    Finalmente sembra la volta buona...
    Bellissima crema ed anche a me è venuta una gran voglia di farla, certo un po' arrangiata perchè ho la metà degli ingredienti che mi servirebbero, però fa niente.. diamo sfogo alla fantasia, la mia acqua dovrò pure usarla in qualche modo, no?
    ...ma questo 5% di cera, sembra proprio che ti sia venuta una bella emulsione, pensavo fosse poco se non si vuole conservare la crema in frigo: adesso devo proprio provare a vedere come viene. Finora non ho mai messo meno del 10 %. E' l'occasione giusta per provare anche questo ; ).
    Grazie mille per la citazione, davvero felice di aver scritto un post che ti ha dato un'ispirazione così bella!!!
    Baci

    RispondiElimina
  7. Eccola la mia musa ispiratrice ahahahahh
    Vedi Khadi da quando faccio le creme con la cera ho scoperto tante cose, tra cui quella che si può utilizzare anche una percentuale bassa di tale ingrediente per far venire un'ottima emulsione. Per quanto riguarda la conservazione, ormai tutti sanno che io uso il benzoino come conservante naturale, ma tale olio potrebbe causare irritazioni (anche se io lo uso da tempo e non ho mai riscontrato nulla se non che conserva benissimo le mie creme); in ogni caso, come dice Alex66 puoi usare il Cosgard ed il gioco è fatto!!! Non hai bisogno di mettere in frigo e la tua crema si conserva tranquillamente per svariate settimane. Io non uso preparane troppa.....due barattolini mi bastano sì e no per un mese e mezzo ahahahah La mia pelle praticamente è una divoratrice di creme ahahahahahah
    Comunque quando farai questa emulsione fammi sapere come è andata perchè ci tengo al parere di tutte voi che seguite il mio blog.
    Con ciò colgo l'occasione per ringraziarti d'avermi dato l'ispirazione per la creazione di questa meraviglia.
    Grazie Khadi
    Lalla

    RispondiElimina
  8. Piacerebbe anche a me prepararla. Magari prossimamente...

    RispondiElimina
  9. Non è difficile da preparare...basta impegnarsi un pò e la cremina è bella e pronta ;-)

    RispondiElimina
  10. Ciao Lalla!
    Questa crema è bellissima e davvero preziosa!
    Devo darmi da fare a preparare gli oleoliti o prodotti così belli e utili non potrò farli!
    E poi devo anche preparare l'o.e. di benzoino: mi ispira più del classico cosgard!

    Cmq davvero complimenti, hai creato una crema magnifica! :)

    Un abbraccio! Sei davvero la migliore!

    RispondiElimina
  11. Grazie Pam....devo dire con mia grande soddisfazione che questa è una delle mie migliori creazioni. Utile come crema giorno/notte....come contorno occhi/labbra.....per combattere le smagliature.....insomma è un jolly fantastico da tenere nel beauty-case per ogni occorrenza.
    E poi il dolce profumo che lascia addosso è un qualcosa di delizioso...
    Devi proprio prepararla perchè sono convinta che te ne innamorerai:
    Lalla

    RispondiElimina
  12. Guarda, ne sono già innamorata! E poi mi piace questa cosa che è emulsionata solo con la cera d'api! Mi sa più di naturale, bello, semplice... non so! :)
    Io non l'ho mai fatto e ci voglio provare!

    Per rifarla mi ci vuole un po' di tempo: mi mancano tutti gli ingredienti che hanno la parla "rosa" :D eh eh
    Ma appena provvedo la faccio sicuro, me la sono già spudoratamente copiata nei miei appunti!
    Baci! :)

    RispondiElimina
  13. ahahahahahah Pam pensa che mentre la facevo non avevo nulla di scritto.....ma subito dopo la stupenda riuscita ho trascritto immediatamente la ricetta sul mio taccuino magico ahahahahaha
    Faccio sempre così, anche per le ricette culinarie....poi son costretta a trascrivere gli ingredienti per paura di dimenticare ahahahahha

    RispondiElimina
  14. Faccio creme bio per viso e corpo da molto tempo, vorrei capire a quale formula ti sei ispirata, ho se si tratta di una tua pura invenzione, perché il totale degli ingredienti da 112,5 e va la di fuori di ogni regola base per una buona preparazione, sfalsando tutti i rapporti tra fase grassa e fase acquosa, che di rigore deve essere sempre pari a 100, creando così tanta confusione, non lo trovo né giusto, né serio, se si fosse trattato di un errore di trascrizione, ho ce lo vuoi far credere, stai più attenta, nel rispetto dei tuoi lettori .

    RispondiElimina
  15. In relata' ci sono 10g in piu' di olio di rose...me ne sono accorta ora che ho riguardato la formulazione. Generalmente preparo le mie cold cream con 50% di grassi e 50% di acqua e sino ad ora le ho sempre formulate secondo mie personali invenzioni e mi hanno dato soddisfazione in quanto tengono benissimo nel tempo, le trovo fresche e idratanti, si spalmano facilmente, non fanno scia ne' bava.....quindi non credo che per un errore di battitura abbia preso in giro i miei lettori, anche perche' ho suggerito questo rapporto in altre pagine e guarda caso le proporzioni erano giuste. Comunque ti ringrazio per avermi fatto notare questo errore di trascrizione.....correggero' subito!
    Lalla

    RispondiElimina
  16. Errori di distrazione capitano a tutti, figurati se Lalla si mette a sfalsare le ricette a vanvera... ci si sbaglia, tutto qui.

    Come chi scrive "ho" (prima persona singolare tempo presente del verbo avere) al posto di "o" congiunzione... ; )

    ...dai, succede!!!

    RispondiElimina
  17. Grazie Khadi ma penso che quell'errore di ortografia sia stato voluto perchè non posso credere che chiunque legga tanto sia sui blog, che testi di cosmesi o altro possa ancora oggi fare certi errori/orrori!!!! Quindi la persona sopra che ha accusato me di non rispettare i miei lettori credo che invece sia abituata a prendere in giro i suoi lettori facendosi passare per ignorante quando poi non lo è!!!!
    Ovviamente non capisco il fine.....non ho mica la sfera di cristallo per capire chi sia???? Poteva quindi scrivere correttamente!!!!

    RispondiElimina
  18. anche se in ritardo ci sono..è una meraviglia la tua creazione! sembra una crema buona da mangiare!! *_* spettacolaree! una domandina..ma frulli con le fruste vero? non posso credere che venga così montata con il minipimer!
    Complimentissimi Lalla! è una favola..mi hai fatto venire voglia di metterela,pensa che mentre leggevo la tua recensione ho simulato il gesto del massaggio con la crema :S ahahah
    cia Lalla,ciao ragazze :*

    RispondiElimina
  19. Sì DianaEstrella, frullo con le mini fruste. Per questo genere di creme non utilizzo il minipimer; primo perchè i quantitativi sono minimi per essere frullati con il mixer ad immersione e poi siccome c'è la cera si perderebbe un sacco di prodotto tra le sue lame. Invece le mini fruste ti permettono di tenere sempre d'occhio l'emulsione che si sbianca man mano che aggiungi l'acqua goccia a goccia. Io questa crema la adoro perchè ho una pelle molto secca, ma per chi avesse problemi di pelle grassa può comunque utilizzarla come ottimo rimedio per le smagliature e tonificante/elasticizzante seno....quindi come vedi è un jolly dalle mille proprietà.
    Ciao
    Lalla

    RispondiElimina
  20. che bella!! ti invidio sai? T_T io ho la pelle mista..quindi per me non andrebbe bene per il viso..ma cosa pensi,si potrebbe creare anche con questo tipo di crema una formulazione adatta al mio tipo di pellaccia?? *_* speriamo bene..
    un bacione grande <3
    **Diana**

    RispondiElimina
  21. Penso proprio di sì Diana, ma credo che bisognerebbe utilizzare altri emulsionanti ed aumentare così le dosi dell'acqua, magari aggiungendo anche qualche attivo studiato apposta per pelli miste.
    Lalla

    RispondiElimina
  22. Ciao Lalla, sto proprio imparando a fare le cold cream con il tuo metodo: io le monto con il frullino per la schiuma del caffè e poi continuo con un cucchiaino. Non mi vengono bianche come le tue, ma ottime lo stesso. Cercherò le minifruste.
    Una domanda: appena fioriscono le rose vorrei prepararmi l'oleolito oltre l'idrolato, ma per il primo, usi i fiori secchi e lo fai a freddo,oppure i fiori freschi e lo fai a caldo? Grazie.
    Gra

    RispondiElimina
  23. Quando ho la possibilità di avere a disposizione fiori freschi li preferisco a quelli secchi e procedo con la macerazione oleosa a freddo. Nel caso dell rose se all'interno del barattolo ci metti un sacchettino di sale te ne assicuri la durevolezza oltre che l'aroma delicato che esse sprigionano. Per quanto riguarda l'effetto bianco delle creme quello dipende molto dagli oli usati....cioè più sono leggeri è più la crema ti viene bianca...oltretutto devi continuare ad emulsionare anche mentre la crema è nel bagno freddo perchè è lì che sbianca totalmente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cioè metto un sacchettino di stoffa con un po' di sale insieme ai petali di rosa e all'olio?

      Per quanto riguarda la crema, mi sa che devo ancora imparare bene: emulsionandola con un cucchiaino, il lavoro è lungo e fa in tempo a raffreddarsi da sola. In casa ho la frusta del minipimer: proverò a fare un tentativo con quella. Grazie.
      Gra

      Elimina
  24. Sì, proprio così. Un bel sacchettino di stoffa col sale dentro e lo metti sul fondo del barattolo insieme ai petali e all'olio.

    Generalmente per quantitativi che superano i 100 g di prodotto va bene la frusta del minipimer, altrimenti bisogna ingegnarsi con piccole fruste da dolci a mano....e lo so che la fatica è lunga!

    RispondiElimina
  25. Ah! pensavo usassi una piccola frusta elettrica, so che esistono, ma non l'ho ancora trovata. Per il momento la prossima volta proverò anch'io con una piccola frusta manuale anzichè con il cucchiaino e soprattutto con l'acqua fredda. Ciao.
    gra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Whou! Oggi ho fatto la crema fluida usando la frusta del minipimer: grande successo! la crema si è montata benissimo e, una volta messa nell'acqua fredda, si è anche sbiancata, come dicevi tu!
      Appena fioriscono le rose preparerò il necessario per la crema omonima!Grazie. Ciao.
      Gra

      Elimina
  26. Hai visto Gra???? Si emulsiona molto bene con una singola frusta...certo se è elettrica come quella del minipimer è anche meglio....e poi nel bagno freddo sbianca tantissimo specialmente se si continua ad emulsionare.
    Son contenta che ti sia venuta bene....vedrai appena ci saranno le rose che crema deliziosa che ti vien fuori.
    Un bacio
    Lalla

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già, è venuta benissimo e, a differenza delle precedenti che tendevano comunque a separasi un pochino dopo alcune ore, questa è ancora perfetta dopo tre giorni!
      Non vedo l'ora di farmi gli idrolati: oggi ho mandato mio marito a cercare una cannuccia per prepararmi il distillatore con la pentola a pressione! Poi dovrò mendicare qualche rosa da mia figlia o dalle amiche che hanno il giardino.
      Gra

      Elimina
  27. Ciao lalla, una domanda: ma tu usi la cera d'api bianca? Perchè la mia è molto gialla e dona sempre un colore paglierino a tutte le creme, anche se usata in modiche quantità...grazie.
    Gra

    RispondiElimina
  28. Alessandra/Ciemen2 luglio 2012 19:02

    Ciao lalla!Mi piacerebbe riprodurre le tue creme che hanno una consistenza fantastica,però io ho la pelle grassa che assorbe tutto e poi mi spuntano i brufoletti... e non so se la cera d'api vada bene per me..inoltre volevo chiederti perchè non metti un gelificante...io uso la xantana ma mi da un effetto che non mi piace soprattutto quando fa caldo..tende a risalire in superfice...non so se mi sono spiegata...cmq grazie per i tuoi preziosi consigli;)Ciao!

    RispondiElimina
  29. Cara Alessandra potresti provare a farne metà dose...la testi sulla tua pelle e poi ti regoli se è la crema che fa per te oppure no. Le altre ragazze che l'hanno già provata sono rimaste estasiate, nonostante abbiano tutte pelle differente dalla mia...quindi provare è sempre meglio che titubare. Per quanto riguarda il gelificante personalmente non lo metto mai in questo tipo di emulsione perchè la crema viene già bella consistente e nello stesso tempo soffice come panna montata. Qualche volta ho provato a gelificare con amido di riso, ottenendo meravigliosi risultati. Ovviamente con questo tipo di crema non si deve abbondare...basta davvero un pizzico sul dito da spalmare sull'intero viso...e la pelle rimane asciutta e vellutata.
    Provaci e poi fammi sapere.
    Un bacio
    Lalla

    RispondiElimina
  30. Grazie proverò sicuramente;)già oggi volevo provare ma poi ho avuto un contrattempoXP ti farò sapere;)

    RispondiElimina
  31. Oggi ho provato a farla,ho modificato gli ingredienti con quello che avevo ed ho voluto utilizzare il burro di ghee...però la prossima volta uso un burro normale perchè ogni volta che uso il burro di ghee mi va storto qualcosa...infatti inizialmente tutto ok ma dopo che ho aggiunto la restante acqua era come se il composto non riuscisse più ad inglobbarla...peccato perchè mi piaceva l'effetto sulla pelle(l'ho provata lo stessoXP)...come oli ho utilizzato la cera di jojoba l'olio di sesamo e il girasole,non ho messo la vitamnina E perchè volevo fare una prova e neanche il conservante(ne ho fatti 25gXP). Penso che devo imparare meglio la fase del riscaldamento seguita dall'emulsionamento che penso sia importante soprattutto quando si usa la cera come emulsionante...
    Per il resto ciao e grazie per i consigli che potrai darmi:)

    Alessandra

    RispondiElimina
  32. Ti faccio i complimenti per la crema, ma il ph l'hai misurato? Come viene? Grazie e ciao.

    RispondiElimina
  33. Ciao Paola
    la crema è davvero stupenda ed essendo un'emulsione acqua in olio non necessita della misurazione del pH in quanto la parte a contatto con la pelle è quella grassa....diverso sarebbe se io avessi fatto un'emulsione olio in acqua :-)
    Un bacio
    Lalla

    RispondiElimina
  34. Ciao Lalla, complimenti per questa meraviglia....
    quanto si mantiene questa crema? voglio iniziare ad utilizzare l'oe di benzoino come conservante.
    Grazie peer tutto quello che condividi con noi!!!

    RispondiElimina
  35. Ciao Roberta
    generalmente dura almeno un mesetto. Almeno il quantitativo che faccio io per me stessa dura più o meno 30 giorni.
    Prova a farne solo 50 grammi ;-) e certamente non conservarla in luoghi caldi o esposti alla luce solare :-)
    Un bacio
    Lalla

    RispondiElimina

Lasciate un commento

Licenza CreativeCommons

Licenza Creative Commons
Questa opera di Lalla è concessa in licenza sotto la Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Unported.
Basata su un lavoro di impatiens-magicanatura.blogspot.com.
Permessi oltre lo scopo di questa licenza possono essere disponibili presso http://creativecommons.org/.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...